• Recensioni Film: I Predatori dell'Anno Omega

    I Predatori dell'Anno Omega

    Ci troviamo davanti a un trash puro, che fa molto ridere.

    I primi minuti di visione sono esilaranti, Marcolin si stava ribaltando dalla sedia, Koba Phil e Acidbath stavano sprofondando nella poltrona.
    Lo scenario è post atomico, la malvagia organizzazione Omega vuole imporre la sua visione del mondo, i ribelli però non ci stanno e si organizzano.




    Il protagonista è un incrocio tra Mad Max e Il giustiziere della notte, è solitario e solca le strade con la sua super moto tecnologica che sa anche parlare... e tra le altre cose ha un linguaggio anche molto colorito. Ovviamente il nostro eroe-antieroe si ritroverà a sposare la causa dei ribelli.


    Come ho detto i tocchi di trash in questo film si sprecano, le armi fanno un suono ultra sintentico.... suono che è inspiegabilmente uguale al rumore delle pale dell'elicottero agagagagaga.


    I Cattivi avranno sempre una mira pessima, e aspetteranno sempre a sparare.
    Tocchi di classe incredibili sono presenti durante le scene di azione più estreme in cui si nota palesemente la sostituzione degli attori con manichini.

    I personaggi che popolano il film sono di uno squallore infinito, vi sono varie bande, una di nazisti che annovera fra le sue file un nero con tanto di fascia rossa al braccio con la svastica... tale attore è stato forse individuato come L'Aristoteles dell'allenatore del pallone, tripudio.

    Da ricordare anche la scena lollissima in cui tutti festeggiano la vittoria tra palloncini colorati e grande senso di fratellanza.

    Da notare la presenza del malefico DONALD PLEASENCE ( già presente in Paganini Horror ), qui nella parte di Prossor, il capo di Omega.... pare un cattivo di 007 in chiave povera, perfidissimo.



    Scena Culto: I primi minuti di film, si vede il tramonto, il nostro erore arriva in lontananza a bordo della sua potentissima e tecnologissima moto. Appena abbiamo visto le gomme della moto ci siamo ribaltati dalle risate, sembra un cinquantino con la carena di un motoscafo.








    I PREDATORI DELL'ANNO OMEGA

    Produzione: 1983 - Italia, A.D.I., col., 87 min.
    Regia: David Worth
    Sceneggiatura: David Worth
    Effetti speciali: Paolo Ricci, Otello Fava
    Musica: Daniele Patucchi
    Interpreti: Robert Ginty, Persis Khambatta, Donald Pleasence, Fred Williamson, Harrison Muller Sr., Guiliano Rosati, Ennio Antonelli, Massimo Liti, Janna Ryann




    N.B.:
    La recensione è stata originariamente eseguita da Pirata per il vecchio forum