• Recensioni film: Warrior

    Warrior

    Due fratelli, il padre di famiglia Brendan e l'ex marine Tommy, che non si parlano e non si vedono da anni,
    un padre, Paddy Conlon, artefice della disapora familiare a furia di botte e notti ubriache, e un gigantesco torneo di arti marziali miste con un primo premio di cinque milioni di dollari. Entrambi ex prodigi della lotta greco-romana, i fratelli Conlon si ritrovano tra i migliori sedici del pianeta, coinvolti nel torneo che per ognuno dei due può essere la salvezza dal baratro.





    Parto subito dicendo che questo film mi ha spiazzato. Ero andato al cinema all'oscuro di trama e trailers pensando di vedere la "solita vaccata" come la chiamo io e mi sono trovato di fronte a tutt'altro. Questo è un Signor film e non è affatto un "action" ma un drammatico.
    Il regista Gavin O'Connor ("Miracle", "Pride and Glory"), sullo sfondo di un'America post-Bush colpita dalla guerra in Iraq e dalla crisi finanziaria scaturita dai problema mutui sub-prime, narra allo spettatore il classico dramma familiare derviante da un padre alcolizzato, due fratelli che più diversi non si può e rancori mai sopiti o dimenticati usando come pretesto e come mezzo di riscatto per tutti il torneo di MMA (mixed martial arts) "Sparta".Sono pronto!

    I due fratelli, dicevo, sono come il giorno e la notte. Tommy, interpretato da uno spettacolare Tom Hardy, è schivo, aggressivo, colmo di rabbia, delusione e disperazione. In passato, quando il padre beveva e picchiava in egual misura, fuggì da casa con la madre malata, prendendosene cura da solo fino all'inevitabile morte della stessa e nutrendosi e traendo forza dell'odio per l'altro genitore. Brendan invece, con il volto e le movenze di un non meno bravo Joel Edgerton, è quello riflessivo, amabile, onesto, positivo, accondiscendente seppur non meno arrabbiato/deluso, che ha scelto come via di fuga dal padre il matrimonio ed una vita con una bella moglie e degli splendidi bambini.Parliamone
    Entrambi per motivi diversi si troveranno a partecipare allo stesso torneo "Sparta", primo e unico premio 5 Milioni di dollari) e quella sarà l'occasione per tutti di riscattare una vita infelice, risalire dalle polveri e, chissà, tentare magari risolvere quanto lasciato in sospeso con i familiari.
    La figura del padre, alfa e omega delle vite dei due figli, un fallito che cerca di fare ammenda e redimersi in tutti i modi e di riavvicinarsi così a ciò che rimane della sua famiglia, sta tutta sulle spalle di un monumentale Nick Nolte.Allegato 0Training

    In effetti la cosa che mi ha stupito più di tutte è l'interpretazione degli attori. Perfetta è la parola giusta. Hardy è grandioso nel ruolo di "bad boy" e bastano un paio di primi piani iniziali per capire tutto del personaggio anche senza saperne la storia. Il suo Tommy è un mare piatto con un branco di squali che nuotano appena sotto la sua superficie, è pieno di silenzi che esploderanno poi fragorosamente nel clou finale.
    Per contro a Joel Edgerton tocca il ruolo del fratello "buono", quello dalla vita normale (o quasi) che partecipa al torneo non per riscattarsi ma per disperazione andando contro la volontà della moglie. Brendan risulta comunque molto credibile, novello Rocky Balboa costretto a combattere dalle circostanze che partendo da ultra-sfavorito saprà, con la sua forza di volontà, farsi valere e rispettare sul ring. I due fratelli riflettono le loro differenze anche nello stile di combattimento: Tomy è aggressivo e fa della forza bruta il suo motore sul ring, Brendan bada più al controllo della situaizone sul ring e si concentra sulle mosse di sottomissione.
    Il padre Paddy Conlon è Nick Nolte. Su di lui non saprei cosa dirvi, per me è semplicemente perfetto in un ruolo iper-drammatico come non lo ricordavo da tempi immemori. Il buon (?) Paddy comunica una disperazione, una tenerezza, una sconfortante debolezza semplicemente strepitosa. Confesso che in un paio di passaggi nick mi ha commosso e fatto venire il magone ... se non è indice di qualità questa ...
    Oh, sei caduto. Aspetta, ti do una mano ....Da notare che nel film partecipa in un ruolo tuttavia abbastanza marginale anche il wrestler ed ex-medaglia d'oro alle olimpiadi nella lotta greco-romana Kurt Angle, che veste i panni del campionissimo russo KOBA (altro parallelo con Rocky ed il suo Ivan Drago).

    Quello che si legge in giro riguardo questo film è il paragone con il film Rocky. In effetti devo dire che la penso così anch'io, il film è simile al capolavoro che tutti conoscono. Una storia drammatica e di riscatto dove il protagonista usa come mezzo la lotta (pugilato lì, MMA qui) per farsi largo nella vita e conquistarsi un posto un pochino più al sole. Così come Rocky, Warrior non usa effetti speciali, a differenza del predecessore non si basa troppo sulla spettacolarità dei combattimenti, che pure sono coreografati bene, ma punta tutto sui sentimenti, sull'interpretazione degli attori (non smetterò mai di ribadirlo), e sul dramma su cui poggia la storia familiare dei protagonisti.

    Il risultato è un filmone che non può che lasciare soddisfatto lo spettatore. Personalmente sono, come detto all'inizio, partito senza alcuna aspettativa riguardo questo film e mi sono ritrovato alla fine a rendermi conto di aver appena assistito forse al miglior film visto nel recente periodo. Ne consiglio assolutamente la visione, a prescindere che vi interessino le arti marziali o meno, perché come detto non è quello il fulcro del film. Fatevi un piacere e guardatelo, non ve ne pentirete, alla fine il film vincerà per KO tecnico-emotivo.

    Fizziu

    Voto: 8/10


    Classica espressioneCitazioni:

    Tommy al padre Paddy: "E così hai trovato Dio, eh? E' grandioso. Vedi, mamma lo chiamava sempre, ma lui non era mai lì. Immagino che Gesù fosse giù al mulino a perdonare tutti gli ubriaconi. Chi lo sa? ”

    Paddy Conlon: "Salva la nave, capitano Achab, devi salvare la nave ...."
    Comments 4 Comments
    1. L'avatar di Gremio
      Gremio -
      La recensione la leggerò con calma domani o lunedì che adesso vado un pò di corsa, ma la volevo mettere io calcola Questo film mi è piaciuto troppissimo!!!!! Gli darei anche un 8,5, quando avrò un lettore blue-ray con relativo televisore full HD è tra gli acquisti che DOVRO' fare. Bello bello bello..... e pensare che ero andato al cinema sapendo solo che c'era Kurt Angle che faceva il cattivissimo KOBA e volevo vederlo solo per poi prendere in giro Stefano
    1. L'avatar di kobadera
      kobadera -
      Ottima recensione, devo dire che amo questo genere di film: Tenacia, forza di volontà, riscatto. penso che comprerò il DVD appena esce.
    1. L'avatar di Fizziu
      Fizziu -
      tra l'altro l'attore Tom Hardy sarà Bane sul prossimo Batman!

      (Nolan c'ha occhio)
    1. L'avatar di Gremio
      Gremio -
      Io propongo la visione comune del film alla prossima Gita di Gilda.... mi fomenta troppo e voglio vedere l'eccitazione negli occhi di Koba!!!