• D&Do Fun: Capitolo 6 - THE PIT

    DDO FUN: The Pit

    Il mio mento toccava terra, ma le labbra e la parte superiore della testa,
    benché sembrassero poste ad una minore elevazione, non posavano sul suolo. Nel tempo stesso, mi sembrò che un vapore vischioso mi bagnasse la fronte, e che un odore speciale di funghi vecchi venissi a ferirmi le narici. Allungai il braccio e fremetti nello scoprire ch'ero caduto sull'orlo di un pozzo circolare, del quale, pel momento, non avevo alcun mezzo per calcolare la vastità. cit. Edgar Allan Poe "Il pozzo e il Pendolo"





    Erano più o meno queste le sensazioni che provavo riaprendo lentamente gli occhi dopo la rovinosa caduta. Come ero finito in quell’incubo?
    Mentre mi rimettevo faticosamente in piedi, sorreggedomi ad una delle pareti ricoperte di muschio di quello strano cunicolo, la mia memoria pian piano si schiariva e mi tornava alla mente cosa era accaduto solo una mezz’ora prima….

    Ero, come al solito, in taverna a sollazzare la mia ugola con una fresca birrozza naninca (DwarfSteiner più forte del Grog più dissetante del Gatorade!) quando il nostro “Maestro di Sottoveste”, per i profani Koba, entrò in tutta fretta facendo sbattere la porta e gridandomi:
    O possente Gremio, Sterminatore di qualsiasi cosa sia sterminabile, puoi concedermi l’onore di accompagnarmi in un impervia impresa pe
    r sollevare sino agli Dei l’onore della nostra Gilda?”
    …. Uhmmm…… forse la mia mente gioca strani scherzi…. Probabilmente avrà detto come al solito:
    “Gremio alza il tuo culo da quella sedia e vieni a massacrar nemici!” .

    The Pit: Vargus d'DeneithRicordo che dopo esser uscito, un po’ alticcio a dirla tutta, assieme a Koba dalla taverna mi sono accorto troppo tardi che mi aveva portato fino ad un sogghignante ed inquietante, ma familiare, personaggio più simile ad un tagliagole che al solito mercante di pozioni. Mentre la mia mente lentamente realizzava che costui era Vargus (il Capomastro del THE PIT) con una mossa agile e disinvolta Koba mi ha fatto inciampare con il suo bastone spingendomi dentro al le oscure fauci di “The PIT”, che stavano spalancate al fianco di Vargus!!
    Stavo per svanire nell’oscurità quando ho udito queste parole:"Allora riavviamo tutto e siamo pari, a dopo!” pronunciate dal nostro Capogilda che si è poi gettato dietro di me nel pozzo!!
    E’ stato dunque a causa sua che sono tornato qua sotto….. già… Koba ha coinvolto quasi tutti anche stavolta.
    Oltre a me e lui nella penombra di questa puzzolente fogna vedo rialzarsi faticosamente in piedi anche Pina “Mani di velluto”, Marco “Il Marsigliese”, Venom “Rotolone Regina” e Obe “Chiappe d’Oro certificate” tutti loro sono finiti nel Pozzo con noi trascinati dalle oscure macchinazioni del Capogilda!!!
    Mi basta uno sguardo negli occhi colmi di finta innocenza di Koba (neanche fosse il “Gatto con Gli Stivali” di Shrek) per capire che siamo di nuovo qui…. in “The PIT”!!
    La volta scorsa ne siamo sfuggiti a stento grazie al sacrificio di Kuzlai il “Mastro Lattina” più ricco della rete e ricordo ancora come un incubo la corsa frenetica verso la luce dell’uscita sulle note di “Corri ragazzo laggiù…. Tattara! Vola tra lampi di blu… Tattara!” cantata dal nostro “Jimi Hendrix delle Dolomiti” Ser Fizziu.

    Cos’ è “The PIT” vi chiederete… bhè è un luogo oscuro e buio, situato nelle profondità della terra dove l’orientamento viene spesso perduto, i nemici spuntano da ogni dove, le trappole rendono la vita sempre più complicata ad ogni passo, l’umidità regna sovrana e le voci sussurrano nelle ombre rendendo ogni sospiro un brivido di terrore…. Ma solo se non si scende troppo in basso, in quel caso sarà il magma stesso, cuore del mondo, ad arrostire la nostra pelle!!
    Un luogo per avventure epiche si potrebbe pensare, un posto dove un valoroso può salvare la classica fanciulla in pericolo sconfiggendo i maligni rapitori ed ergersi al rango di eroe!!! Questo è quello che io pensavo la prima volta che sono sceso seguendo quel pazzo di Koba e negli occhi di Pina e del Marsigliese è questa la speranza che leggo….

    ILLUSI!!

    La verità è ben altra e l’ho scoperta sulla mia pelle tempo addietro…. The Pit: Troglodita
    Questo posto è di proprietà della casata Deneith, un gruppo di mercenari umani senza scrupoli che utilizza ogni mezzo pur di guadagnare sulle spalle della povera gente, e viene utilizzato per rifornire di energia tutta la città di Stormreach.
    Infatti è grazie ai generatori (alimentati a magma) di questo pozzo che i signorotti di Stormreach possono giocare ai videopoker e le milady possono fare bagni caldi per arrivare tutte incipriate e profumate alle feste da ballo serali (in locali peraltro frequentati spesso dal “Marsigliese” per motivi a noi poco chiari… ).
    Nulla ne viene nelle tasche di noi poveri avventurieri pieni di fervore e coraggio!! Perché scendere fino quaggiù allora??

    Purtroppo per noi il nostro“Maestro di Sottoveste” oltre ad essere Capogilda è anche un incallito giocatore d’azzardo e scommette su qualsiasi cosa gli venga proposto…. Perdendo quasi sempre tra l’altro (e qui si spiega il perché dei “buffi” aperti per l’acquisto del dirigibile di gilda ed il continuo lamentarsi che quella del mago è una professione dispendiosa e lui è sempre in bolletta a causa nostra… ma questa è un'altra storia ).
    Dopo essere stato “gentilmente stimolato” dalla minaccia di essere relegato nel deserto con Pina che cerca la Cripta la sua lingua si sciogle e viene fuori che Koba aveva scommesso con Vargus che sarebbe riuscito a far rotolare uno dei suoi gildani attorno alla taverna in meno di 15 secondi!!! (io dico… neanche i bookmakers Londinesi quoterebbero una tale scemenza…. Dove le trova? MA DOVE LE TROVAAAAA???? )

    Ovviamente il prescelto era il buon“Rotolone Regina” Venom, che solitamente impiega molto meno a fare il giro della taverna rotolando. Purtroppo Koba aveva dimenticato che quello era il giorno del “Sacro Bagno Annuale Modenese” durante il quale il nostro buon Venom si pone “a mollo” per 24 ore in una vasca da bagno stracolma di aceto balsamico di Modena mentre divora, con le mani e con le fauci, 24 bistecche di maiale frollate in precedenza sulle natiche di un Amico del Papa Albino e Laureato!! Per nessuna ragione al mondo può essere disturbato o convinto ad uscire di là!
    Questo ha portato ad una misera ed umiliante figura di Koba che, per evitare che Daniela gli vendesse il PC per coprire i debiti, ha barattato i SUOI buffi con un favore ed ha coinvolto noi poveracci ad eseguire manualmente la procedura di riavvio del “THE PIT”…..

    Ci trovavamo dunque nel primo, umido, cunicolo; quello di accesso.
    Una volta ripresomi, dopo il capitombolo iniziale, i miei sensi acuti come quelli di un gatto hanno percepito che qualcosa non andava… un orribile puzza d’aceto infestava la zona!!! E proveniva da Venom!!!
    Non resistendo a tale orribile tanfo mi sono gettato di corsa lungo il corridoio in cerca di sollievo per le mie narici…. Ma gli altri mi hanno frainteso e pensando che io sapessi la strada mi hanno seguito fiduciosi che li avrei condotti al giusto macchinario!!
    Koba
    intanto sghignazzava protetto dal suo incantesimo “palla di isolamento colorata” che impediva alla puzza di ferirlo!
    Cosa non si fa per la Gilda (e per il proprio capogilda!! ) è stata un estenuante ed infinita nottata fatta di logica e muscoli, di orientamento ed astuzia, di dolore e di panico di sofferenza e di eccitazione….

    Pian piano abbiamo seguito tutti i molteplici e difficili punti indicati nel Manuale del “Restart THE PIT for Dummies” misteriosamente in possesso di Koba!

    The Pit: la mappaAbbiamo risolto l’enigmatico puzzle che apriva l’accesso al Primo Generatore fronteggiando gli innumerevoli nemici che uscivano da ogni dove con Obe che si immedesimava in Vasquez di “Aliens Scontro Finale” gridando ossessionato: “SONO OVUNQUE!!! ESCONO DALLE FOTTUTE PARETII!!”.

    Siamo poi arrivati alla stanza del Primo Generatore facendoci strada nel labirinto di pilastri e passerelle sotterraneo. Mentre “Il Marsigliese” imprecava in 18 lingue conosciute (ed alcune anche sconosciute) contro i salti e le scale impervie, Koba evocava il suo fido “cucciolo di Mefistofele” che intratteneva gli elementali del fuoco, Pina cadeva e cadeva e cadeva e cadeva ed io fornivo un bersaglio per i nemici ingaggiandoli uno ad uno.... accadeva l’improbabile!!
    Venom si trasformava magicamente ed indossando una tutina rossa e blu da idraulico ed un buffo cappello zampettava allegramente ed acrobaticamente fino alla cima della stanza fino ad attivare la leva che riavviava il generatore esclamando “HELLO, IT’S ME: ROTOLONE REGINA UHUHUH!!!”

    Dopodichè abbiamo proseguito punto per punto disabilitando trappole e sfuggendo ad ogni tipo di avversario con un Venom in versione Super Mario che balzava qua e là arrivando pian piano a tutte e tre le leve che riavviavano i generatori senza scordare di incensare se stesso ad ogni successo!
    Non scenderò nel dettaglio di ogni momento dell’orrenda e faticosa nottata, sappiate solo che ad un certo punto Pina “Mani di Velluto” ha perso l’orientamento e la vista ed è andata verso un troglodita (scambiandolo per Obe… probabilmente da dietro si somigliano) per chiedergli un cioccolatino. Il risultato è che ci siamo ritrovati addosso all’improvviso tutta la TrogloFamily che cercava di eliminarci. Il tutto mentre “Il Marsigliese” vagava sperduto nei meandri del “The PIT” sperando che il suo TomTom funzionasse mormorando “Maudit Koba, vous paierez cher! MERDE !”
    Il picco massimo è stato raggiunto in tarda nottata! Il “Maestro di Sottoveste” adocchia un tubo particolare che sbuca dal suolo ed ammiccando pesantemente verso di me e Venom esclama:
    “Marko, sali la sopra che ti si aggiusta il TomTom!”
    il Marsigliese però, avvezzo ai trappoloni replica:“Jamais!” e Koba:“Insisto!” e lui "Impossible!” a quel punto io e Venom, comprendendo che i due sarebbero potuti andare avanti una settimana in quella maniera, abbiamo sospinto Marko di forza là sopra mentre Koba, ridendo come un pazzo, azionava la valvola e……
    nella mefitica e stantia aria del “The PIT” un francese è volato verso l’alto lasciando sulla sua scia una maledizione:
    The Pit: una runa misteriosa“MERDEEEEEEE!! Je vais me vengerrrrrrrrrrrrrrrrrrrr….!!”

    Riavviato anche l'ultimo generatore e sconfitti tutti i nemici nell’ultima epica battaglia dove le mie grida di “MOOOOOOORRRRRRTTTTTTEEEEEE!MOOOOORRRRRRRRRRTTTTEEEEEEE!!MORTEMORTEMORTEMORTEMORTE!MORTE!!!!” (sottoterra sono più loquace del solito! ) hanno eccheggiato tra le caverne e dove ognuno di noi ha dato il meglio di se eravamo pronti a tornare al nostro bel Dirigibile di Gilda. Convinti di aver infine eliminato ogni minaccia dal “The PIT”

    Non era finita però! Il debito di Koba era più grande di quel che pensavamo!
    Per evitare che dovesse arrivare a vendere anche la casa diventando come Vork e quindi girare con la famiglia in un furgone scassato a rubare connessioni internet qua e là abbiamo dovuto dargli retta.
    “E’ facile” ha detto.
    “Dobbiamo solo scendere nel magma ed uccidere Jubilex, il cugino grande e cattivo di Muck”
    .
    A queste parole “Il Marsigliese” ha ceduto! Preso da un raptus di follia e combattuto tra il rispettare il Capogilda e il volerlo spezzettare ha optato per il suicidio e gridando “LIBERTEEEEEEEEEE!!!” si è lanciato nel magma fuso che vorticava molti metri sotto di noi. Incenerendosi come Gollum a Monte Fato!

    The Pit: il fondo del pozzo
    Per capire la sua reazione dovete sapere una cosa.
    Jubilex e Muck sono gli inventori e produttori delle famosissime “JellyBelly” le gelatine di frutta che da decenni infestano il mondo! A furia di mangiarle sono diventati delle immense palle di gelatina cremose ed appiccicose che strisciano ed inglobano tutto, digerendolo poi a pezzi in momenti diversi della loro esistenza.
    Finire li dentro è peggio che vedere un film di Kubrik con la colonna sonora riscritta e ricantata da Fizziu!!!!
    Ecco perché dopo una simile nottata anche il fiero e integerrimo“Marsigliese” ha ceduto preferendo il suicidio alla disfida!
    Siamo sopravvissuti a Jubilex comunque.
    Il come non lo saprete mai è troppo imbarazzante.
    Sappiate solo che il “Sacro Bagno Annuale Modenese” non si terrà mai più.



    Gremio
    Comments 8 Comments
    1. L'avatar di Gremio
      Gremio -
      Ce l'ho fatta!!! Ci è voluto un pò ed alla fine è venuto lunghetto, ma mi sembra carino (anche se meno ispirato del precedente ). Ho inserito qualche immagine per movimentare la lettura.... Koba metti l'immagine di testa e se vedi formattazioni di pagina correggi pure!! Commentate mi raccomando
    1. L'avatar di kobadera
      kobadera -
      fatto, puoi scommeterci le palle del tuo capogila di Lotro che li sotto ci scenderemo ancora una volta.E ci scenderemo Elite.
    1. L'avatar di allana duval
      allana duval -
      ci scenderete elite.....a me è bastato una volta......(e meno male che venom & C. ci hanno salvato dalle risalite a mani nude, senza carrucola e rete di salvataggio sui tubi infernali...)ho ancora gli incubi......
    1. L'avatar di Gremio
      Gremio -
      Oddio rotolo L'immaginetta del capitolo è GENIALE!!!!! torneremo la sotto????? ho un impegno... sisisi

      Piuttosto Pina... le frasi in francese vanno bene??
    1. L'avatar di Fizziu
      Fizziu -
      la "locandina" dell'articolo è fuorviante visto che io non ci sono nell'avventura.

      i miei fans sono stati illusi e poi traditi da quella locandina, il che è male.

      anche i miei creditori, il che è bene.

      comunque, a parziale risarcimento, voglio i diritti d'immagine e già che ci siamo pure i rovesci.
    1. L'avatar di Tangorodrim
      Tangorodrim -
      Hem le palle di chi ci scommetti Ko ? Ah e cmq io da dietro non somglio a un Trogolodita *offeso*
    1. L'avatar di Gremio
      Gremio -
      Fizziu il responsabile della "locandina" è Koba.... per premunirmi nomino comunque faria mio avvocato d'ufficio Susu Obe, sicuramente era Mister troglodita dell'anno
    1. L'avatar di Fizziu
      Fizziu -
      sei parte in causa lo stesso, basta leggere il verbale di Pino dei ... ehm ... del procuratore federale Palazzi.