• Guid Wars 2: La Prima era degli uomini



    I Dimenticati non ritornarono mai nel mondo degli uomini per entrare ben presto
    in quello delle leggende e poco a poco il loro ricordo fu cancellato.







    Un mosaico del Dio Abbadon
    Nonostante i Dimenticati si fossero ritirati, gli Dèi non smisero mai il proprio lavoro di creazione del mondo e per rendere più facile la vita alle razze dotate di intelletto donarono ad esse l'uso della magia.
    Così gli esseri umani, i Charr, i Tengu, i nani, i minotauri, i diavoletti e tutte le razze esistenti furono ben presto capaci di plasmare ai propri scopi le arti magiche.
    Ma gli Déi non avevano considerato la brama di potere, l'avidità.
    La magia, introdotta a Tyra dal Dio Abbadon venne ben presto utilizzata come un arma contribuendo allo scoppio di molteplici guerre.

    A differenza di oggi, dove si vive in gruppi separati, all'epoca tutti gli umani erano sudditi di re Doric. Fu re Doric che viaggiò da Ascalon a Arah (la città degli Déi sulla penisola di Orr) per implorare Dwayna, Balthazar, e Melandru di cancellare la maledizione e fermare la carneficina.

    Gli dei accettarano e vennero create le Bloodstone (pietre di sangue) che vennero divise in 5 pezzi. Di questi 5 pezzi 4 vennero legati alle diverse scuole di magia: conservazione, aggressione, distruzione e negazione. Il quinto pezzo diventò la chiave di pietra necessaria per collegarle tutte, e venne sigillata con lo stesso sangue di re Doric. Lo scopo delle Pietre di Sangue era prevenire lo sfruttamento da parte di singoli individui delle quattro scuole di magie.

    Infine le pietre vennero messe all'interno del vulcano conosciuto con il nome di Bocca di Abbadon (Abbadon's Mouth), il vulcano più grande di tutta la Catena delle Isole del Fuoco.

    Il re Doric implora gli Dèi
    Tuttavia, la creazione delle bloodstones non fu priva ostacoli, Abbadon, il Dio che aveva donato la magia troppo liberamente non voleva infatti che tale dono fosse cancellato e si ribellò al volere degli altri Déi.
    Pagò a caro prezzo questa ribellione, perchè sebbene fosse capace di combattere e sconfiggere due Déi alla volta, non riusci a fare nulla contro tutti e cinque, e per questa sua ribellione Abbadon fu imprigionato nel Reame del Tormento (Realm of Torment).

    Il colpo che lo sconfisse fu così potente da incrinare per sempre la barriera tra Tyria e il reame di Abbadon, causando la creazione della zona della Desolazione (Desolation) e del Deserto di Cristallo (Crystal desert).
    Poco tempo dopo l'imprigionamento di Abbadon e della creazione delle bloodstones, gli dei lasciarono Tyria per sempre, non camminando più a fianco degli uomini, senza dimenticarsela del tutto perchè continuarono a sorvegliare il mondo.
    Questo evento sarebbe stato conosciuto come l'Esodo degli Dei e avrebbe costituito l'anno zero del calendario Mouvelian.
    All'inizio tutto andò bene e il mondo fu finalmente in pace.
    Gli umani prosperarono per i 100 anni seguenti fino all'eruzione della Bocca di Abbadon che provocò la dispersione delle 5 bloodstones per tutta Tyria.
    Sebbene le pietre non siano mai state riunite, la loro magia ha di nuovo infuso la terra e l'aria.
    L'avidità è germogliata ancora una volta nel cuore degli uomini dando origine a nuove guerre, questa volta, tra loro stessi.