Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Recensione Film: La Forza del Campione

Collapse
X
Collapse

  • Recensioni Film: La Forza del Campione

    Locandina Film: la Forza del Campione

    Dan è uno studente universitario, un ragazzo di buona famiglia, un ginnasta affermato che vuole arrivare alle qualificazioni per le olimpiadi ed ha successo con le ragazze ma nonostante tutto non è felice.








    La Forza del CampioneNon dorme di notte ed ha un incubo ricorrente durante il quale nell'esecuzione del suo esercizio preferito, quello degli anelli, cade e si disintegra una gamba. Nel sogno vi è un elemento ricorrente, un paio di scarpe scompagnate.
    Durante una di queste notti insonni decide di farsi una corsa per schiarirsi le idee e si ferma in un autofficina per comprasi uno snack.
    Qui incontra un uomo, il gestore dell'autofficina, che indossa le stesse scarpe del sogno e che sembra avere inspiegabili doti di destrezza ed agilità. Un attimo prima è seduto su una panchina, un secondo dopo è in piedi sul tetto dell'autorimessa.

    Dan Colpito da questo incontro inaspettato inizia a frequentare l'uomo, a cui ironicamente affibia il soprannome di Socrate, per carpirne i segreti.

    Il ragazzo lo tempesta di domande ricevendo come risposta altre domande ben più sensate e pertinenti, Socrate sembra conoscerlo meglio quanto Dan conosca se stesso. Inizia così per Dan un cammino di crescita umana e filosofica che fra alti e bassi lo porterà a superare grosse difficoltà ed a raggiungere la piena consapevolezza di sè.


    La Forza del Campione
    Il film è tratto dall'autobiografia di Dan Millman, un ex campione di livello mondiale, best seller tradotto in 14 lingue dal titolo:" La Via del Guerriero di Pace". L'idea che sta alla radice della filosofia di Socrate è che l'unica cosa che conta realmente è imparare a gioire del momento della propria vita che si sta vivivendo nell'istante in cui lo si vive, di tutti i momenti, di tutti gli stanti.

    La consapevolezza del "Qui e l'Adesso", che stupisce quando la raggiungi e quando ti rendi conto nel farlo di quanto bene puoi fare le cose.
    La visione del film, al di là del suo valore stilistico che trovo buono, mi ha aperto tanti spunti di riflessione.
    Sono rimasto colpito da ragionamenti che non ho trovato assolutamente banali che in parte coincidevano con domande che mi ero già posto e mi è venuta una tremenda voglia di leggere il libro.



    La Forza del Campione
    "Quanto sarei felice se ricevessi quella medaglia?, come cambierebbe la mia vita, l'opinione che ha di me mio Padre, la mia Famiglia? tutti i problemi che ho adesso non conterebbero più" potrebbe facilmente cambiare in "Quanto cambierebbe la mia vita se ricevessi quella promozione".

    Insomma è un esperienza che voglio condividere con voi per discuterne insieme.
    Ve ne consiglio assolutamente la visione.
    Una delle frasi che mi ha più colpito:
    "Un guerriero non rinuncia mai a quello che ama, egli trova l'amore in quello che fa. Guerriero non significa perfezione, ne vittoria, ne invulnearabilità. Significa assolutà vulnerabilità, è questo il vero coraggio."

    Koba
    File Allegati

    • Gremio
      #1
      Gremio commented
      Editing a comment
      La tua recensione mi ha incuriosito parecchio, provvederò a vederlo quanto prima sopratutto perchè i concetti di cui parli mi piacciono parecchio e li apprezzo da sempre.

      Vedrò di procurarmelo in modo poi da commentare a dovere sia la parte cinematografica che il pensiero che trasmette!! Sarebbe bello lo facessimo tutti per discuterne un pò

    • andromeda
      #2
      andromeda commented
      Editing a comment
      La tua recensione è molto stimolante; la frase finale che citi del film è quello che io ho sempre ritenuto il vero significato di "eroe" contrapposto al vincente modello di "macho e invincibile". Mi interessa anche capire come è sviluppato il concetto del "Qui e Adesso" che nella vita delle persone può avere aspetti non sempre immediatamente positivi ma anche problematici e che pone riflessioni importanti anche sul senso della vita.

    • Gremio
      #3
      Gremio commented
      Editing a comment
      Alla fine l'ho visto il film!!!

      Devo dire che nel complesso non mi ha fatto impazzire, ma è molto bello il messaggio che trasmette.
      Il porsi le domande giuste, il voler affrontare le situazioni della vita per i giusti motivi e non per motivazioni futili è un pensiero giusto che trovo adattissimo a molte situazioni della vita, non solo alla ginnastica come nel film!

      Direi che va visto perchè credo che ad ognuno di noi faccia fare una riflessione diversa (in base alle proprie esperienza) ma anche simile...
      Grazie del suggerimento Stefano
    Posting comments is disabled.

article_tags

Collapse

Latest Articles

Collapse

  • Recensioni Film: Non avere paura del buio
    kobadera


    Un sinuoso movimento di macchina ci accompagna al di là del cancello di un maniero vittoriano: dopo aver compiuto un tremendo omicidio, un uomo viene inghiottito da una fornace. Un secolo dopo, la piccola Sally ...
    18/06/12, 23:02
  • Recensioni film: Chronicle
    Gremio


    Immaginate di essere un adolescente americano sfigato e triste che per caso si ritrova ad avere dei grandi poteri telecinetici… utilizzerete questo potere per alzare la gonna delle cheerleader, per diventare un supereroe oppure per distruggere il mondo?....
    25/05/12, 14:07
  • Recensioni Film: The Avengers
    Gremio



    “Vendicatori Uniti!”
    questo è il motto che ogni appassionato di Comics conosce oramai dal lontano 1963 (anno di debutto del fumetto)....
    17/05/12, 13:48
  • Recensioni Film: MacGruber
    Fizziu


    C'è del cattivo in città e risponde al nome di Dieter Von Cunth.
    Il gaglioffo si è impossessato di una testata nucleare X5 ed intende farne buon uso, intendendo "buon" come "cattivo" e "uso" come "farla esplodere su Washington". E' tempo di rispolverare l'arma migliore, il famoso agente speciale MacGruber. Egli è colui che cercherà di salvare il mondo e nel contempo, tanto per gradire, proverà a vendicare la morte della moglie, uccisa dal terrorista 10 anni prima. A questo scopo dovrà formare una squadra di giustizieri che possano aiutarlo nell'arduo compito di ristabilire l'ordine ed assicurare alla giustizia il pericoloso criminale una volta per tutte....
    16/05/12, 17:39
  • Recensioni film: Rango
    Gremio


    Rango è un camaleonte domestico che ha passato tutta la sua vita in un Terrario
    ad interpretare commedie teatrali da lui inventate con una serie di improbabili comprimari giocattolo. ...
    09/01/12, 22:28
  • Recensioni Film: Milano Odia - La polizia non può sparare
    Gremio


    Un classico del genere poliziottesco.

    Anni 70, una Milano Plumbea e gelida, Giulio Sacchi è un giovane delinquente di periferia dedito all'abuso di alcolici e droga. E' una persona senza remore, senza morale, uccide per poche lire....
    07/01/12, 14:04
Sto lavorando...
X